Tutto ebbe inizio con un piccolo pacchetto recapitato in dono al Re del Regno Unito Giorgio III, contenente un paio di raffinatissimi guanti in pelle profumata. Il donatore era un certo Mr. James Henry Creed, di professione sarto, stabilitosi da poco a Londra con la sua bottega.
Dotato di una notevole predisposizione imprenditoriale, oltre che di un olfatto fine e sofisticato, Mr. Creed avviò poco dopo una produzione di fragranze per la persona, rigorosamente su misura come gli abiti che cuciva per l’aristocrazia britannica: correva l’anno 1760 quando James Henry Creed aprì a Londra l’omonima Maison de parfum.
L’impresa si rivelò vincente, in quanto Mr. Creed possedeva un innato fiuto per gli affari, tanto che la Maison divenne ben presto la preferita della regina Vittoria e di tutta la Corte d’Inghilterra.
La fama internazionale, tuttavia, giunse con l’invito da parte dell’Imperatrice dei Francesi Eugenia, consorte di Napoleone III, ad aprire una boutique a Parigi: a lei la Maison dedicherà Jasmin Imperatrice Eugenie, un gelsomino narcotico e carnale, tanto intenso e conturbante quanto lo fu il fascino dell’Imperatrice nata Montijo.
Il successo della Maison presso i francesi fu totale e le sue fragranze furono apprezzate per la loro qualità, raffinatezza e originalità in tutte le Corti d’Europa: infatti, oltre che da Napoleone III e dall’Imperatrice Eugenia, divennero clienti abituali Francesco Giuseppe e Elisabetta d’Austria e d’Ungheria e la Regina Cristina di Spagna. Nel 1854 Mr. Henry Creed, terzo discendente della famiglia, si trasferì a Parigi, e aprì la sua prima boutique in una scintillante e ricostruita capitale del Secondo Impero, non molto lontano dagli Champs-Elysées.

Oggi, alla guida della Maison troviamo Olivier Creed, sesto discendente della famiglia di profumieri, chi  crea personalmente tutti i suoi profumi validamente coadiuvato dal figlio Erwin, che affianca il padre per tramandare l’arte e lo stile di famiglia. Olivier ed Erwin Creed elaborano le loro creazioni con l’infinita pazienza di chi lascia che a parlare di sé siano le rare e ricercate essenze che compongono la fragranza, provando, correggendo, cambiando le formule con costanza e metodo. La formulazione delle creazioni del marchio è caratterizzata dalla cura certosina nella ricerca delle materie prime più ricche e rare condotta personalmente da Olivier ed Erwin. Ciò fa sì che i profumieri svolgano parte della loro opera dedicandosi ai viaggi: le materie prime più rare e insolite spesso si trovano in paesi lontani, ed è proprio dalle sensazioni vissute ed elaborate nel viaggio, dalle impressioni che odori sconosciuti, dal sapore antico e sempre nuovo, che Olivier Creed, una volta tornato nel suo laboratorio, trae spirazione per le sue creazioni.

Olivier Creed
Foto: creedboutique.com

Nelle formule dei profumi Creed possiamo ancora trovare essenze pregiate e costose come la rosa di Bulgaria, il vetiver di Haiti, l’iris di Firenze, il bergamotto calabro, la tuberosa indiana, il gelsomino italiano e francese, il narciso, solo per citarne alcune. Sovente nella fabbricazione delle fragranze Creed viene applicata la tecnica dell’infusione, ormai quasi
del tutto abbandonata nelle produzioni su larga scala: le formulazioni vengono pesate, filtrate e miscelate personalmente dal Maestro profumiere.
Alcune delle fragranze sono “Millésime”, cioè sono caratterizzate da altissima concentrazione e persistenza, elaborate solo con le essenze più nobili come per i migliori champagne, i “millesimati”, prodotti da un unico vitigno al momento in cui il raccolto è all’apice della qualità. La bellezza di una fragranza millesimata è quella di essere sempre uguale nella formulazione, ma differire nelle mille nuance dell’evoluzione in quanto la percentuale altissima di oli essenziali di origine naturale può variare a seconda che i fiori utilizzati siano stati più o meno esposti ad eventi atmosferici che ne abbiano ridotto o aumentato la portata odorosa.

Royal Princess Oud
Foto: www.pizzocipriaebouquet.com

L’avventura profumata della Maison Creed continua tuttora con riedizioni di fragranze storiche, opportunamente adattate al gusto attuale con un’operazione di restyling olfattivo accorta e di bassissimo impatto sulla formula originale, affiancate da nuovi lanci dalla vocazione moderna e accattivante. Lusso ed esclusività, quindi, caratterizzano il patrimonio fragrante che solca oltre due secoli: infatti tutte le creazioni ricordano, su ogni confezione, che la storia di famiglia si tramanda “de père en fils depuis 1760”, e riportano, nella linguetta all’interno della scatola, i ritratti del fondatore e dell’attuale Presidente, citando alcune delle teste coronate che si avvalsero creazioni della famiglia. La produzione della Maison Creed ha visto la nascita di più di duecento profumi, di cui molti ancora in produzione, veri capolavori liquidi, frutto del lavoro incessante di una Maison de Parfums che vanta una storia secolare e che, a breve, festeggerà i 260 di vitalità.

 

Paola Scarso

 

Fonti:
https://creed.cale.it/it/
https://www.creedfragrances.co.uk/
Il mondo del profumo– Lorenzo Villoresi 1996 – Fabbri Editori – De Agostini