Uno dei più grandi illustratori del nostro secolo è David Downton, questo inglese classe 1959 ha lavorato in innumerevoli progetti che vanno dai libri per bambini  fino all’illustrazione pubblicitaria, ma fu l’ambito della moda a renderlo davvero famoso.

Nel 1996, quando il Finantial Times gli commissionò per la prima volta di disegnare gli abiti nelle sfilate della moda mandandolo a Parigi, egli accettò senza pensarci troppo e li, trovo un mondo pieno d’ispirazione che lo accolse a braccia aperte. Da allora, le sue illustrazioni hanno fatto il giro del mondo procurandogli tanti altri clienti, tra i quali: Tiffany & Co, Harrods, Chanel, Dior, Vogue e Harper’s Bazaar.

David Downton

Nel 2007 lanciò la prima rivista d’illustrazione di moda Pourquoi Pas? E nel 2010 pubblico in omaggio ai sui illustratori di moda preferiti, il libro “Masters Of Fashion Illustration” dove racconta le vite, il lavoro, l’influenza e le tecniche dei più grandi illustratori del XX secolo.

Ispirandosi proprio a questi grandi maestri del passato, tra cui Gruau, Eric e Antonio, egli ha creato il proprio stile con una linea forte e disinvolta dove la regola è il massimo d’espressione con il minimo di elementi; per ciò egli realizza tanti schizzi dello stesso soggetto, poi mette tutto insieme e una volta il disegno si vede bene, inizia a eliminare il superfluo e ci lavora finche non si vede spontaneo; infatti chi vede i suoi disegni penserebbe che sono stati fatti in un gesto di pura spontaneità , ma la verità  è che dietro, ce un sapiente e paziente lavoro che mira alla perfezione.

Couture Rolland

Per avere il risultato desiderato, egli utilizza diverse tecniche, dal collage fino all’acquerello passando per l’inchiostro indiano, perché sono tecniche che gli permettono grande fluidità  per catturare il momento; per lui, la cosa più importante è il senso del corpo nei vestiti, seguito dalla proporzione, dal colore e infine dal dettaglio, perché come egli stesso dice: le cose interessanti in termini di moda, non fanno necessariamente una buona illustrazione e viceversa.

Downton ha realizzato anche dei ritratti stupendi di alcune delle donne più belle e influenti del mondo come: Paloma Picasso, Catherine Deneuve, Linda Evangelista e Carmen Dell’Orefice; e  quest’anno ha avuto l’incarico di ritrattare cinque delle donne meglio vestite per l’adizione di settembre della rivista Vanity Fair (Sofia Coppola, Carolina Herrera, Daphne Guinness, Iman, e la Contessa Jacqueline De Ribes).

Oggi David Downton è considerato una sorta di genio nel mondo della moda, un illustratore capace di raccogliere in pochi gesti e colori l’essenza, lo spirito del soggetto ritratto.

Ana Muraca