Questa tipologia di tacco, realizzato con un pezzo d’acciaio curvato che da l’impressione quasi di spezzarsi mentre si cammina, è stato creato nel lontano 1963 dal Fragonard delle scarpe ovvero Roger Vivier.  

Questo creatore è diventato molto famoso negli anni cinquanta sia per che rese popolare lo stiletto, sia per la collaborazione con Christian Dior; sodalizio durato dieci anni finche Vivier non decise di lanciare una propria collezione che gli permise di sperimentare maggiormente con forme e materiali.  E in quegli anni che nacque  il tacco a forma di virgola, insieme ad altre tipologie come quello shock, bobina o pulcinella.

Bata Museum Roger Vivier in 1963

Questo autunno inverno 2013, l’attuale direttore creativo della maison Roger Vivier, il francese Bruno Frisoni ripropone il famoso tacco nella collezione Rendez-vous, composta da 23 modelli di scarpe proposti in due diverse altezze: 110 mm e 75mm che con nuovi materiali e colori rende il tacco a virgola più attuale che mai.

Per i 60 anni di attività del creatore di scarpe e accessori, è stato pubblicato il libro “Roger Vivier”, scritto daVirginie Mouzat e Colombe Pringle con il contributto di Ines de la Fressange, Bruno Frisoni e Cate Blanchett; innoltre, il 2 Ottobre inizierà una mostra retrospettiva con più di 140 modelli della storica Maison al Palais de Tokyo, che andrà avanti fino al 18 di Novembre.