Nel Maggio del 1945, dopo la fine della seconda guerra mondiale l’Europa era devastata, l’economia e le infrastrutture di Francia e Germania erano crollate e milioni di cittadini europei si erano ritrovati in poco tempo sfollati, senza cibo, con la paura e la mancanza di fiducia verso il futuro.

Nel 1947 le condizioni dell’economia europea non si erano risollevate rapidamente come avevano sperato le nazioni alleate, così nel giugno di quell’anno gli Stati Uniti misero in atto il Piano Marshall che aveva l’obiettivo di ricostruire l’industria europea e incoraggiare il commercio tra i continenti. Mentre il piano era in fase di sviluppo un movimento, capeggiato dal giornalista americano Drew Pearson ritenne che il gesto non fosse sincero, ma solo propaganda politica, senza pensare ai veri interessi della popolazione in Europa. Pearson lanciò così un appello via radio a milioni di americani affinché contribuissero a donare cibo, e generi di prima necessità alle popolazioni stremate.

Le merci furono inviate attraverso il “treno dell’amicizia” e l’operazione di Pearson si rivelò un enorme successo tanto che i paesi europei tra cui la Francia per ricambiare il gesto inviarono negli Stati Uniti il “Merci Train”. Oltre sei milioni di famiglie parteciparono con spirito di reciprocità e le organizzazioni europee inviarono preziosi oggetti d’arte, documenti storici e perfino un abito da sposa per una giovane americana. Cinquantaduemila casse di regali furono imballate e caricate sulla nave “Magellan” nel porto di Le Havre in Francia. La nave arrivò a New York il 2 Febbraio 1949, scaricando la merce nei vagoni del Merci Train che viaggiò per 11 giorni attraverso la California, il Nevada, Colorado, Dakota del Sud, Wyoming e Nebraska, fino ad arrivare nuovamente a New York.

 

Tra i doni più preziosi c’erano 49 bambole vestite dai più importanti couturier francesi, ognuno scelse una data tra il 1706 e il 1906 e reinterpretò a modo suo la moda di quell’anno. Ogni couturier si era ispirato alle arti, alla letteratura e ai figurini antichi per realizzare queste bambole. Come nel caso del Theatre de la Mode anche le bambole del Merci Train erano alte circa 24 pollici con le teste e i colli scolpiti nel gesso e le acconciature composte da capelli umani. Inizialmente avevano uno scopo itinerante ma si rivelarono molto fragili nell’affrontare lunghi viaggi. Fu così che vennero acquisite dal Metropolitan Museum, dove sono tutt’oggi custodite.

 

Francesca Galassini

Bibliografia

https://themerrydressmaker.blogspot.com/…/origins-of-1949-me…
azmemory.azlibrary.gov/digital/collection/acmfriend