Chi ha detto che le balze e le increspature erano prerogativa solo delle donne?

Guardando indietro nella storia ci sono esempi di soldati e cortigiani che spiccavano per l’originalità dei costumi anche grazie alle ruches. Esse sono apparse per la prima volta nel XV secolo quando i lanzichenecchi, soldati mercenari, indossavano vari strati di vestiti, tagliando le maniche per rivelare il tessuto sottostante.

lanzichenecchi dal libro “I Lanzichenecchi – The Landsknechts” di Luca S. Cristini e Nadir Durand

Successivamente sono divenute dei frivoli accessori indossati dall’aristocrazia. Madame Pompadour e Marie Antoniette indossavano abiti in stile Rococò con volants di pizzi e nastri, ricreando quell’ambiente civettuolo tipico dell’epoca.

François Boucher Madame de Pompadour

Nel XIX secolo, soprattutto in epoca vittoriana le balze decoravano a cascata e a più livelli gli abiti; anche gli uomini non erano da meno; ossessionati dalla moda e dal dandy perfetto alla Lord Byron indossavano cravatte in pizzo con volants.

1802 costume parisien

Durante gli anni ’50 del XX secolo le increspature si fanno più dolci e quindi meno accettate dagli uomini. Bisognerà aspettare i romantici ’70 e i neo romantici ’80 per dare loro un significato completamente nuovo. Anche questa volta unisex.

Kitschatron.thumblr.com

Forse torneranno?

Palomo Spain Spring 2018 Menswear Fashion Show Collection; Foto: Vogue

Francesca Galassini

Bibliografia: https://www.fashionologiahistoriana.com/costume-history-legends-essays-in-english/ruffles-flounces-frills