Nel 1830 a Philadelfia Louis.A. Godey penso’ di inziare a pubblicare una rivista per sole donne : Godey’s Lady’s Book.

Per 48 anni, fino al 1878 è stata la rivista più diffusa nel periodo prima della Guerra Civile Americana. Ogni uscita conteneva poesie, incisioni create da artisti e scrittori dell’epoca, una tra queste Sarah Josepha Hale, che ha pubblicato diversi manoscritti contenenti lavori svolti da sole donne. Nel 1860 dopo che la Hale divenne editorialista il numero degli abbonati salì fino a 150.000. Godey’s Lady’s Book era il giornale più diffuso dell’epoca, ma anche il più costoso: gli abbonati pagavano circa 3$ all’anno, il Saturday Evening Post chiedeva 2$.

Hale in breve tempo divenne arbitro del gusto americano e usando la sua influenza sul giornale promosse diverse cause in favore delle donne creando una sezione dal titolo”Occupazione per le Donne”. Tuttavia Godey non amava discutere di questioni politiche tanto che durante la guerra civile americana la rivista rimase neutrale, perdendo circa un terzo dei suoi abbonati.

La rivista era molto famosa per le illustrazioni di moda e i modelli con le misure pronti per essere cuciti, oltre che i pezzi e gli spartiti di musica per pianoforte. Nel 1834 Godey’s pubblico’ The Visionary, racconto di Edgar Allan Poe. Sarah Hale si è battuta per varie cause per sostenere l’educazione delle donne; innanzitutto credeva che il loro ruolo nella società doveva essere simile a quello degli uomini, sostenendo inoltre che le professioni dovevano essere aperte anche al sesso femminile. Nella rivista ha dato il suo appoggio e usato il suo spazio editoriale a sostegno della festa nazionale del Ringraziamento, presentando tra l’altro ricette tradizionali come il tacchino arrosto e le torte di zucca. Sostenne inoltre la Regina Vittoria come esempio di moralità, femminilità e intelletto. Dopo che la Regina per le sue nozze con il Principe Albert aveva scelto di indossare un abito bianco, Godey’s scrisse: ”Fin dalla prima età il bianco è l’emblema della purezza e della fanciullezza, la tonalità più adatta. E il cuore cederà al prescelto”.

A Natale del 1850 Godey’s pubblicò un incisione dell’immagine della Regina Vittoria e del Principe Albert con il loro albero di Natale decorato facendolo divenire di uso comune anche negli Stati Uniti.

Godey’s Lady’s Book cadde in declino dopo il ritiro di Sarah Hale; nel 1878 Godey vendette il giornale e dopo varie vicissitudini cambiò il nome in Puritan.

 

Francesca Galassini

Bibliografia

 

www.accessible-archives.com › Collections and Coverage

 

https://www.britannica.com/topic/Godeys-Ladys-Book

 

https://www.amazon.it/Godeys-Ladys-Book-February-1864/dp/5518917635