La prima metà degli anni Quaranta è funestata dalla tragedia del secondo conflitto mondiale. In Europa le immense perdite civili e la distruzione di molte città rendono la ripresa lenta e difficile. Ovunque c’è mancanza di fiducia, e le donne, costrette al razionamento, indossano abiti tristi e austeri, spesso confezionati con tessuti ruvidi.

Costrette a lavorare in fabbrica nel posto dei propri uomini sognano le dive del cinema hollywoodiano; negli Stati Uniti viene utilizzato il divismo come forma espressiva per esportare i propri ideali di bellezza all’Europa in guerra; attrici come Lana Turner e Hedy Lamarr, con il loro fascino influenzano tutte le donne europee.

Hedy Lamarr nel film del 1944 “The Heavenly Body”

In Italia viene celebrata l’era del cinema dei “telefoni bianchi”, con dive come Valentina Cortese e Doris Duranti; ma come venne esaltato il glamour in un’epoca di austerità e povertà ? Con un nuovo tipo di acconciatura, che faceva pensare alle starlette del cinema: i Victory Rolls.

Doris Duranti

Questo nome bizzarro deriva dalle manovre in cielo degli aerei da combattimento della Seconda Guerra Mondiale; gli apparecchi creavano infatti una sorta di rullo di scarico che rimaneva impressa nel cielo, ispirando le donne dei patrioti ad acconciarsi con grossi riccioli a cilindro, disposti su entrambi i lati della testa, non necessariamente simmetrici.

Foto dal sito: http://vintagevisions27.blogspot.com

Foto dal sito: glamradar.com

Essa era considerata l’acconciatura in onore dei soldati che tornavano a casa: Victory Rolls era la manovra in segno di vittoria! Per questo tipo di pettinatura i capelli venivano girati attorno alle dita o ad un apposito supporto che poteva essere un gomitolo di lana o di cotone; successivamente i grossi riccioli girati su se stessi venivano fissati sul capo con apposite forcine o in mancanza di queste con scovolini.

Questo stile, adottato dalle pin up dell’epoca è ancora oggi in voga, grazie al ritorno della moda degli anni ’40. La diva del Burlesque Dita von Teese  adotta spesso questo tipo di acconciatura nelle sue performance.

Dita von Teese

Katy Perry, Foto: burlexe.com

 

Francesca Galassini

 

Sitografia: