Non tutti I giorni si festeggia il compleanno di una baguette, ma questa è molto speciale, si tratta della borsa baguette di Fendi, nata nel 1997 dall’ingegno creativo di Silvia Venturini Fendi e subito diventato un oggetto di culto.

La Baguette Fendi è caratterizzata da una forma rettangolare simile a quella di una busta di carta, ha un lembo sulla parte anteriore che tramite una chiusura magnetica con il logo FF di fendi, chiude la borsetta, è inoltre dotata da un manico lungo 40 cm che consente di portarla sotto il braccio (motivo per il quale ha presso il nome di baguette).

Amata, collezionata e reinventata ad ogni stagione, perché infatti questo oggetto camaleontico, nei sui appena 15 anni di vita, è stato realizzato nei più svariati materiali (pelle di serpente e di coccodrillo, velluto di seta, raffia, ecc), tecniche e colori, da evidenziare quella pregiatissima realizzata dalla Fondazione Lisio di Firenze in broccato a motivi floreali inspirati  alla “primavera” di Botticelli con una tecnica del 1770; o quella realizzata nel 2008 per la sfilata nella muraglia cinese.

A renderla veramente famosa fu Carrie di “Sex and the City”, quando in un episodio della serie lei sbaglia strada e si scontra con un ladro che gli dice “dammi la borsa”, lei risponde “veramente è una baguette”, dopo questa breve battuta, la borsetta con il nome di un panne, fecce il giro del mondo.

Per festeggiare, la sua creatrice ha ricreato le sue sei baguette preferite, ha collaborato con la casa editrice Rizzoli per la realizzazione di un libro che ripercorre la storia di uno dei primi modelli di it-bag con 250 fotografie a colore e ha creato dei negozi pop-up, degli negozi che per un breve periodo saranno aperti al pubblico in diversi parti del mondo e dove si potranno trovare una gran varietà  di baguette, il libro e il kit, con la baguette fai da te, un vero colpo di genio.

Ana Muraca