Abbiamo accennato al peignoir mentre parlavamo delle parrucche settecentesche, esso, inizialmente era una sorta di giacca con una coulisse al collo e le maniche che s’indossava sopra i vestiti mentre le donne dell’epoca si mettevano o toglievano il trucco, si preparavano per andare al letto, si lavavano i capelli o si pettinavano; infatti, peignoir proviene dal francese peigner “pettinare”.

Come succede spesso nella storia del costume, con il tempo, la parola peignoir fu associata ad altri capi utilitari come una sorta di accappatoio da casa indossato al mattino dalle signore e generalmente realizzato in tessuti di cottone o lana leggera in toni chiari usato durante l’ottocento.

Peignoir di cottone del 1820
Met museum

Ma in particolare, negli ultimi 120 anni, la parola peignoir è stata associata a un capo di lingerie, una veste esterna sciolta usata dalle donne come vestaglia; realizzata in materiali molto leggeri e trasparenti come lo chiffon, riccamente ornata e progettata per essere indossata sopra una camicia da notte, che talvolta è anche coordinata con essa.  Un capo romantico e sexy da regalare alla propria amata.

Peignoir attribuito alle Boué Soeurs, 1930 in chantilly nero.
Met museum

 

Ana Muraca

Fonti:

 

https://www.wisegeek.com/what-is-a-peignoir.htm

https://en.wikipedia.org/wiki/Peignoir