La chemise a la reine fu un capo rivoluzionario nella storia della moda, esso era diverso dagli sfarzosi abiti da corte francesi pieni di seta, nastri e colori e permetteva una libertà de movimento che per secoli era stata negata alla donna.

La gaulle, o chemise a la reine, fu resa famosa da Maria Antonietta tra la fine del 1770 e l’inizio del 1780. Contrariamente agli indumenti altamente strutturati indossati dalla corte e dalla società in generale, la gaulle era incredibilmente leggera e semplice. Essa era composta da diversi strati di mussola bianca che si avvolgevano liberamente attorno al corpo; una fascia colorata era legata intorno al busto e questo era spesso l’unico elemento colorato in questo vestito. Forse l’aspetto più rivoluzionario della chemise a la reine era che non prevedeva l’uso di un corsetto, capo finora imprescindibile dell’abbigliamento femminile.

1787 A Most Beguiling Galerie des Modes, 52e Cahier, 2e Figure

La gaulle, era l’abito perfetto per rilassarsi in campagna in primavera e le donne alla moda di Francia e Inghilterra hanno rapidamente seguito la tendenza.

Si ritiene che l’ispirazione provenga da abiti indossati dalle lavandaie delle Indie occidentali o da un crescente senso di Anglomania; la mussola veniva spesso importata dall’India, danneggiando gravemente il mercato francese della seta che era stata finora una delle preferite quando si trattava di abiti da corte, questa nuova mussola doveva essere importata spesso a costi elevati.

Nel 1783, Elisabeth Vigée-Lebrun esponeva nel salone di Parigi il ritratto della regina indossando i suoi nuovi vestiti, il ritratto lanciò uno scandalo e contribuì a consolidare l’odio dei popoli per la loro regina. Il pubblico non capiva il perché la regina di Francia dovesse indossare un abito che sembrava una semplice camicia da note, era come ritrarre Maria Antonietta in biancheria intima.

Marie Antoinette en chemise, by Louise Élisabeth Vigée Le Brun, 1783

Tuttavia, lo stile si diffuse in Europa e divenne popolare tra molte donne nobili. L’amica personale di Maria Antonietta, la Duchessa del Devonshire, ha scritto di aver ricevuto una chemise a la reine da Maria Antonietta, e molte donne inglesi del periodo sono dipinte indossandola.

Con la gaulle, Maria Antonietta ha affermato la sua identità di donna indipendente, rimuovendo i significanti tradizionali della famiglia reale e assumendo un nuovo ruolo. Per un paese come la Francia, questa individualità era un insulto alla gloria e al potere della monarchia, e nel prendere il potere per se stessa, Maria Antonietta rappresentava una minaccia politica.

Nonostante i suoi inizi controversi, la semplicità di stile e materiale è diventata la norma. Le donne vedevano la gaulle come una via di uscita dai capi restrittivi del abbigliamento di corte. Pertanto, questo controverso capo è stato un perno nella storia della moda, segnalando una transizione verso i capi leggeri e naturali preferiti all’inizio del XIX secolo.

 

Ana Muraca

 

Fonti:

http://www.thefashionhistorian.com/2012/03/chemise-la-reine.html

http://thisisversaillesmadame.blogspot.com/2015/05/chemise-la-reine.html

What do you wear under a chemise a la reine? 2.0