E diventata quasi una divisa dello spirito ribelle e anticonformista, sempre attuale, giovanile e altera, ha superato egregiamente il passo del tempo; oggi la troviamo in tutti i colori e con tanti varianti, quasi a voler esprimere esattamente la personalità di ognuno di noi; stiamo parlando della giacca a chiodo, meglio conosciuta come la Perfecto.

La sua storia risale alla fine degli anni 20 quando Irving Scott, il cofondatore della compagnia newyorkese Schott Bros, disegnò e produsse la prima giacca in pelle da motociclista con la geniale aggiunta di una zip spostata su un lato che consentiva ai motociclisti di piegarsi facilmente sul proprio corpo e la chiamò “Perfecto” in onore al suo sigaro preferito. Essa sostituiva la meno efficiente giacca con bottoni al collo dei motociclisti dell’epoca; la giacca originale presentava una vestibilità aderente e ritagliata, con una tasca a D e risvolti progettati per attaccarsi o piegarsi uno sopra l’altro. Schott Bross era uno dei fornitori di un distributore Harley Davidson con sede a Long Island che la fecce conoscere, così la Perfecto divenne un completo successo.

Marlon Brando

James Dean

Negli anni ’50, Hollywood aveva scelto la Perfecto per rappresentare l’uomo duro, consolidandola come simbolo della cultura ribelle; il primo ad averla indossato sul grande schermo fu Marlon Brando nel ruolo di uno squilibrato leader di gang di motociclette nel film del 1953, The Wild One, seguito velocemente da James Dean, in di Rebel Without a Cause del 1955; anche l’attore Steve McQueen molto famoso durante gli anni 60, adotto la Perfecto come parte del suo stile anticonformista. A renderla popolare tra i fan del rock and roll, fu Elvis Presley e in seguito anche i Beatles.

Elvis Presley

Già allora l’alta moda ci provo e proporre una sua versione con la versione in coccodrillo disegnata da Yves Saint Laurent per Christian Dior, che però non ebbe grande successo.

Yves Saint Laurent for Christian Dior, 1960.
Foto da: doyle.com/auctions

Gli anni settanta e ottanta, segnati dalla rivoluzione femminista videro il dilagarsi della perfetto anche tra le donne, cantanti come Blondie e Joan Jett hanno adottato la tendenza rendendo la giacca ora unisex. Le sottoculture giovanili dell’epoca, come quella punk, scelsero questo indumento come simbolo della loro ribellione aggiungendole borchie, chiodi e altri elementi metallici; mentre molti artisti famosi come Duran Duran, i Sex Pistols e i Ramones indossavano versioni più grezze. Durante gli anni ottanta, la tendenza motociclista raggiunse il culmine con una vestibilità più ampia sulle spalle e sulle braccia (molto simile al numero Thriller di pelle rossa di Michael Jackson).

Blondie, foto da: http://www.madame-ostrich.com

I Ramones

Durante gli anni novanta, supermodelle come Kate Moss avvicinarono il grande pubblico, che fin ora si era mantenuto al margine della cultura rock e underground, all’utilizzo del perfetto con lo stile casual chic dove le versioni erano meno ornate e affusolate.

Kate Moss e Johnny Depp

Oggi la Perfecto o il chiodo com’è conosciuta in Italia, fa parte integrande del guardaroba sia femminile che maschile, ormai è possibile trovarla in ogni materiale, variante e colore e può essere usata in qualsiasi situazione casuale o formale.

 

Ana Muraca

Bibliografia e sitografia:

http://www.bbc.com/culture/story/20140424-rebel-rebel-the-biker-jacket

http://www.eonline.com/news/695028/a-brief-history-of-how-the-leather-jacket-went-from-military-uniform-to-iconic-fashion-staple

http://www.bbc.com/culture/story/20140424-rebel-rebel-the-biker-jacket