L’aumonier era una borsetta che custodiva l’elemosina da dare ai poveri come parte dei doveri cristiani, usate soprattutto durante il XIII e il XIV secolo in Europa.

Essa, poteva avere diverse forme e misure ed essere usata da uomini e donne; una delle forme più utilizzate era quella rettangolare chiusa da una coulisse è appesa a un gancio a sua volta attaccato a una cintura o inserito nella cintura stessa. Un’altra varietà era quella a forma trapezoidale con una parte superiore tonda che ricadeva sull’ apertura, spesso anche essa tonda.

Aumonière, 14th century. From the Benedictine Abbey of St. Mihiel.

Sembra che queste borse provenissero dagli arabi, conosciute come: “ sarrazinoises” o “bourse s sarrazinoises”, vale a dire borsa dei saraceni. Dopo un primo periodo in cui queste borse furono importate in Europa, i francesi iniziarono a copiarle.

Aumonier decorata con la storia di Tristano e Isotta, Francia, 1340, Muzeum Skarbca Katedralnego im. Jana Pawła II w Krakowie.

Le aumonier erano spesso realizzate in seta e decorate con elaborati ricami. Molte di quelle esistenti ancora oggi, hanno una grande influenza del “ opus anglicanum” o “English work”, uno stile di ricamo realizzato con fili di seta policromi e fili rivestiti in argento o oro raffiguranti graziose figure in scene d’amore. La popolarità dell’ opus anglicanum si diffuse dall’ Inghilterra al resto del continente Europeo, alla fine del XIII secolo rimanendo fino alla metà del XIV secolo.

Horae ad usum romanum. | Gallica

Con il tempo l’aumonier divenne un termine generico per designare una borsa da portare in giro con effetti personali come: soldi, il rosario, un piccolo libro delle ore e persino delle reliquie.

 

Ana Muraca

 

Fonti:

Aumônières, otherwise known as alms purses

Aumônières, otherwise known as alms purses