Man Ray, nato a Philadelphia nel 1890, da una famiglia ebrea immigrata negli Stati Uniti vent’anni prima; fu un grande esperimentatore, le sue abilità artistiche lo portarono a diversi campi dell’espressione artistica, dalla pittura alla cinematografia, della scultura alla fotografia.  Famoso soprattutto per i suoi lavori surrealisti, fu anche un gran fotografo di moda.

Non tutti sanno che man Ray lavorò per diverse riviste di moda come: “Vogue”, “Charm”, “Vanity Fair” and “Harper’s Bazaar”, fotografando abiti per le migliori maison degli anni 30 ma con uno sguardo che mirava a esaltare la forma del corpo femminile abolendo la semplice possa a favore di angolazioni e alterazioni che rendevano ogni sua foto un opera d’arte ma che allo stesso tempo rendevano interessante e desiderabile il capo indossato.

Man Ray per Schiaparelli anni 30

 

Man Ray per Vionnet 1937

Man Ray per Schaperelli 1936

Man Ray per Chanel, Harpers Bazaar 1930 ca

Man Ray per Augusta Bernard 1933

Da vedere sicuramente il libro: ‘Man Ray in Fashion’ di John Esten, che è il catalogo di una mostra del 1990 dal titolo: ‘MAN RAY/BAZAAR YEARS: A Fashion Retrospective’.

Ana Muraca